E3 Quantum Break

Durante la conferenza della Microsoft, Sam Lake, l’uomo che diede il volto al primo Max Payne (oltre che a sceneggiarlo) ha presentato il trailer di Quantum Break. Il videogame, in esclusiva per Xbox One, è stato forse quello che promette di essere più innovativo, non per niente è stato circondato da un’alone di mistero, tra omissioni e mezze frasi, in una serie di vedo-non-vedo che lasciano trasparire poco. Quantum Break, si svela come progetto mirato a fondere il videogame e serie TV. A quanto pare, il lavoro della Remedy Entertainment dovrebbe sfruttare alcune nuove funzionalità della Xbox One in modo che le azioni scelte all’interno del gioco vadano ad influenzare gli eventi della serie televisiva ad esso legata e, dall’altra parte, la serie dovrebbe dare al giocatore punti di vista differenti nell’affrontare l’esperienza del giocatore. Il trailer è tanto vago quanto la presentazione che lo accompagna, si vede una donna vittima di un’esplosione, poi succede qualcosa, il tempo sembra fermarsi ed un gruppo di persone interagisce con la scena…. ma nulla che lasci intuire qualcosa di più. Nessuna spiegazione anche per quanto riguarda le dinamiche di gioco, il mistero s’infittisce, ma la speranza è quella che. in ultima analisi, il gioco offra una vera novità, perché se il progetto verrà realizzato per come vuole apparire, le sue implicazioni saranno epocali.

E3 Quantum Break

Eduardo Lupia
Di fronte ad un videogame mi sento di citare Fry di Futurama: "Un sabato sera senza donne, ho due litri di frizzantella e una cassetta col meglio dei Rush. Diamoci da fare!"