Segnare su calcio di rigore non è sempre così facile, anzi, capita piuttosto spesso di sbagliare un tiro dal dischetto. Dunque, come si calciano i rigori in FIFA 13?

Iniziamo spiegando come funziona il sistema di tiro dagli 11 metri. Sostanzialmente non è cambiato molto rispetto a FIFA 12. In basso a destra dello schermo, si trova una barra orizzontale le cui estremità sono di colore rosso e, progredendo verso il centro, il colore sfuma verso il verde. L’ampiezza dello spazio verde varia a seconda del tiratore. I giocatori con più freddezza sono hanno una zona verde più estesa. Un’altra barra, verticale questa volta, scorre da destra a sinistra e da sinistra destra. La velocità di questa barra varia a seconda dell’importanza del calcio di rigore. Un tiro dal dischetto al 90° sul risultato di 0 a 0 risulterà più difficile da tirare. Lo scopo è tirare mentre la barra verticale si trova nello spazio verde, in modo da calciare in modo più preciso. Se, al contrario, caricate il tiro mentre la tacchetta è nella zona rossa, il vostro giocatore rischierà di scivolare e spedire la palla sugli spalti.

Ora, venendo alla guida vera e propria, esistono pricipalmente quattro modi per tirare un calcio di rigore, oguno con i suoi pro e i suoi contro:

Tiro piazzato

Il tiro piazzato consiste nel calciare il penalty con poca potenza e tanta precisione. Questa soluzione è la più raccomandata per chi non è un esperto di questo videogioco, poiché il rischio di sbagliare è ridotto.

Per mettere la palla nell’angolino occorre usare l’apposito tasto (R1 su PS3) e caricare poco il tiro, dopodiché tenete premuta la levetta analogica sinistra nella direzione in cui volete calciare per circa 2 secondi. Ovviamente, più tempo tenete inclinata la levetta, più il tiro sarà angolato; ma attenzione, se angolate troppo il tiro rischiate di non centrare lo specchio della porta.

Se optate per il tiro piazzato, è sconsigliabile calciare centralmente, poiché, se rimarrà fermo, il portiere riuscirà a bloccare la sfera.

Tiro potente

In questo caso tutto ciò che dovete fare è caricare di più il tiro e seguire le indicazioni precedenti, tenendo conto che potete anche angolare lievemente di meno la palla, la quale anche se non finirà nel set risulterà comunque più difficile da parare per il portiere.

Gli svantaggi di questa soluzione sono che il rischio di non centrare lo specchio della porta è piuttosto alto.

Se optate per questo tipo di conclusione, però, potete anche provare a calciare centralmente. Se non altro, nel caso il portiere rimanesse fermo, invece di bloccare la palla la respingerà, e potreste avere l’occasione di segnare su ribattuta.

Cucchaio

Si esegue tenendo premuto L1 (su PS3) mentre si carica il tiro. Questo tipo di tiro è il più rischioso e difficile. Innanzitutto, se non centrate la zona del verde al momento del tiro, il rigorista si incepperà un po’ durante la rincorsa, facendo intuire all’estremo difensore che avete scelto di eseguire un pallonetto centrale. Inoltre, se non centrate l’area verde, le probabilità che il tiro finisca sopra la traversa sono molto alte.

Nonostante i tanti inconvenienti, bisogna ricordare che questa soluzione è perfetta se si vuole far innervosire l’avversario (il fattore psicologico non va sottovalutato). Infine, bisogna anche contare che se il rigore è molto importante, in pochi si aspetteranno un cucchiaio. In ogni caso, a voi la scelta!

Rallentare la rincorsa

Premendo nuovamente il tasto del tiro durante l’esecuzione di un rigore, potrete rallentare la rincorsa, intuendo la direzione in cui ha deciso di tuffarsi l’estremo difensore avversario e cambiando all’ultimo momento la direzione della conclusione. Occorre fare attenzione, però, quando dopo aver rallentato la rincorsa si cambia l’indirizzo del tiro: dovrete inclinare la levetta analogica solo per un breve lasso di tempo, altrimenti mettere la palla a lato.

Se optate per il cucchiaio non potrete rallentare la rincorsa

Giovanni John Improta
Vi siete mai chiesti come nasce un sito di videogiochi come GameBack? Semplice, una mattina mi sono svegliato e mi sono chiesto: ma io cosa so fare? Mah, l'unica cosa in cui sono bravo sono i videogiochi, sai a quanto potrà servirmi.... Beh, il resto è storia come si suol dire. Ringraziatemi o insultatemi su Facebook, Twitter, o Ludomedia