L'attuale sistema avvantaggia troppo la squadra che attacca per ultima

Uno degli ultimi grandi aggiornamenti di Overwatch aveva portato diverse novità nel calcolo del punteggio nelle partite competitive, al fine di ridurre drasticamente il numero di pareggi, troppo frequenti e spesso poco meritocratici. Il risultato, però, è stato passare da un estremo all’altro: attualmente, pareggiare è quasi impossibile, e il nuovo sistema di punteggio ha portato a diverse situazioni problematiche nelle mappe di conquista (e conquista + trasporto).

Facciamo un esempio: Hanamura. Nel primo round, la squadra A non riesce a conquistare nemmeno l’1% del primo punto. A questo punto, nel secondo round, alla squadra B basta stare sul punto anche solo per un secondo per vincere la partita. Questo porta principalmente a due problemi, che avvantaggiano enormemente la squadra che attacca per ultima (nel nostro esempio, la squadra B):

  1. La squadra B può puntare tutto su eroi come Lucio e Phara e assicurarsi la vittoria anche solo con un boomp ben fatto che sposta gli avversari dal punto giusto per quella frazione di secondo necessaria.
  2. La squadra A è costretta a difendere sul punto, onde evitare che eroi come Sombra possano arrivare di nascosto sul punto anche solo per mezzo secondo e portare così alla sconfitta. Questo ovviamente avvantaggia gli attaccanti e sfavorisce i difensori, che non possono mettere in atto molte tattiche che prevedono una difesa schierata in altri punti strategici.

Per evitare questo tipo di problematiche, il principal designer Scott Mercer ha annunciato oggi sul forum ufficiale di Overwatch che dal prossimo aggiornamento si potrà vincere o perdere solo una volta raggiunta la percentuale minima di conquista del 33%. Per dirla in un altro modo, questo vuol dire che se entrambe le squadre conquisteranno meno del 33% del punto, ci sarà un pareggio sempre e comunque, in ogni caso.

Giovanni John Improta
Vi siete mai chiesti come nasce un sito di videogiochi come GameBack? Semplice, una mattina mi sono svegliato e mi sono chiesto: ma io cosa so fare? Mah, l'unica cosa a cui sono bravo sono i videogiochi, sai a quanto potrà servirmi.... Beh, il resto è storia come si suol dire.Ringraziatemi o insultatemi su Facebook, Twitter, o Ludomedia