Ecco intanto i requisiti di sistema

Watch Dogs 2 immagine in evidenza

Manca meno di un mese all’uscita di Watch Dogs 2, ma oggi scopriamo che gli utenti su PC dovranno aspettare leggermente di più di tutti gli altri.

Se infatti il gioco sarà reso disponibile per PS4 e Xbox One il 15 novembre prossimo, la versione computer arriverà due settimane più tardi, il 29 novembre.

 

Watch Dogs 2 include molteplici miglioramenti specifici per il PC, incluso il supporto completo alla risoluzione 4K, con le opzioni “Ultra” per le texture e “Extra” per il livello di dettaglio; frame rate non bloccato; e diverse altre feature e opzioni specificamente richieste dalla community di Watch Dogs 2. Per essere certi che queste e altre caratteristiche siano rifinite e ottimate in conformità con gli standard del team di sviluppo, la versione PC di Watch Dogs 2 sarà pubblicata il 29 novembre.

 

Nel frattempo, Ubisoft ha comunicato i requisiti di sistema:

Requisiti minimi:

  • OS: Windows 7 SP1, Windows 8.1, Windows 10 (solo sistemi a 64 bit)
  • CPU: Intel Core i5 2400S da 2,5GHz | AMD FX 6120 da 3,5GHz
  • GPU: NVIDIA GeForce GTX 660 (2GB) | AMD Radeon HD 7870 (2GB)
  • RAM: 6GB
  • Spazio disponibile: 50GB

Requisiti consigliati:

  • OS: Windows 7 SP1, Windows 8.1, Windows 10 (solo sistemi a 64 bit)
  • CPU: Intel Core i5 3470 da 3,2GHz | AMD FX 8120 da 3,9GHz
  • GPU: NVIDIA GeForce GTX 780 (3GB); GTX 970 (4GB); GTX 1060 (3GB) | AMD Radeon R9 290 (4GB)
  • RAM: 8GB
  • Spazio disponibile: 50GB

 

I requisiti minimi sono abbastanza altini, soprattutto in termini di CPU e RAM, ma comunque in linea con molti titoli open world recenti di questa tipologia. Scopriremo comunque solo al lancio quanto bene sarà scalato e ottimizzato il titolo.

 

Watch Dogs 2 sarà disponibile a partire dal 14 novembre 2016 su PS4 e Xbox One, e dal 29 novembre su PC.

Lorenzo Forini
Sono nato a Bologna nel 1993, videogioco da sempre, e da sempre mi ha affascinato l'idea di andare oltre al solo giocare, di cercare di capire cosa c'è nascosto in ogni titolo dietro al sipario più immediato da cogliere. Se i videogiochi sono una forma d'arte, forse è il caso di iniziare a studiarli davvero come tali.