Annunciata ufficialmente una nuova mappa di conquista e altre interessanti novità

Overwatch: annunciatia la nuova mappa Colonia Lunare

Dopo alcuni rumour risalenti già a diversi mesi fa e indizi molto chiari arrivati nel pomeriggio sul sito ufficiale del gioco, pochi minuti fa è stata ufficialmente annunciata una nuova mappa per Overwatch. Si tratta della colonia lunare Horizon, il luogo in cui Winston è stato cresciuto e da cui, in seguito ai tragici eventi che già conosciamo, è dovuto scappare.

Si tratta di una nuova mappa per la modalità conquista, e con il suo arrivo giungeranno anche alcune interessanti novità. Quella che ha sicuramente attirato di più l’attenzione è la gestione della gravità. In alcuni punti della mappa, infatti, sarà possibile uscire all’esterno ed essere dunque soggetti ad una gravità più bassa rispetto a quella terrestre. Questa low gravity mode sarà aggiunta anche a tutte le altre mappe in una modalità speciale arcade, disponibile a tempo limitato. Con questa nuova mappa, inoltre, arriveranno anche nuove informazioni che ci permetteranno di arricchire ed esplorare ulteriormente la storia e il background di Winston.

 

Giovanni John Improta
Vi siete mai chiesti come nasce un sito di videogiochi come GameBack? Semplice, una mattina mi sono svegliato e mi sono chiesto: ma io cosa so fare? Mah, l'unica cosa in cui sono bravo sono i videogiochi, sai a quanto potrà servirmi.... Beh, il resto è storia come si suol dire. Ringraziatemi o insultatemi su Facebook o Ludomedia.

2 Responses to “Overwatch: in arrivo la nuova mappa Colonia Lunare e la modalità low gravity”

  1. Roberto ha detto:

    Sono capitato in questo sito completamente per sbaglio, e mi pento già di averlo aperto, dandovi quei pochi centesimi che ricavate dalle pubblicità.
    Articolo approssimativo, impaginato coi piedi, con uso ed abuso del grassetto, per non parlare di quel “rumour” e delle ripetizioni, come “che ha sicuramente ha”, ed il fatto che quasi tutte le frasi cominciano allo stesso modo. Un minimo di revisione no? Troppo difficile? Proprio zero. Immagino che il tempo di un “giornalista” sia fin troppo prezioso per una cosa simile.
    E poi, nella descrizione a piè pagina dell’autore, leggere “l’unica cosa a cui sono bravo sono i videogiochi” è un vero attentato ed insulto a chiunque sia un VERO giornalista, e non solo uno che scrive su un sito amatoriale.
    Fatti chiamare “amatore”, “curioso”, “appassionato” se proprio devi, ma lascia ii termini “giornalista” e “recensore” a gente di ben altro livello. Non è un caso se bisogna STUDIARE per essere PROFESSIONISTI, e qui di studio anche solo delle basi del giornalismo, anche solo da autodidatta, è completamente mancante.
    Beh, comunque, di certo non è bello e leale augurare il male ad un piccolo sito amatoriale – e per di più italiano – che si propone sul “mercato” della rete, quindi mi limito a sperare che la situazione migliori… magari con un bel cambio di gestione.

    • Salve Roberto. Non sono solito rispondere a commenti di questo tipo, però ci tenevo a ringraziare per la segnalazione dell’errore, che ho prontamente corretto. Aggiungere un “ha” di troppo, comunque, mi sembra qualcosa che può capitare a chiunque, ho visto errori ben più gravi su testate molto importanti, questo si chiama semplicemente “essere umani”. Ho anche riletto l’articolo, come faccio sempre, senza accorgermi di questa minuscola ripetizione; evidentemente la stanchezza di chi scrive dopo 8 ore di lavoro si è fatta sentire. Eh già, perché io non sono un giornalista professionista, non ho mai voluto spacciarmi per tale, sono un programmatore che nel frattempo la sera e nel weekend ha deciso anche di studiare per terminare gli studi e prendere la laurea in informatica.
      Abuso del grassetto, impaginazione errata, addirittura articolo approssimativo… vani tentativi di critica ad un post che è senza dubbio molto più completo del 90% delle notizie sullo stesso argomento che si possono trovare sugli altri siti

Lascia un commento